Lo spettacolo di Monte Pellegrino ripreso dal drone in volo

Dalla Scala Vecchia, la cosiddetta “acchianata”, al Castello Utveggio, passando per la Valle del Porco. Monte Pellegrino ripreso dall’alto da sedici diverse prospettive, un mix tra luoghi conosciuti e angoli più nascosti, in appena tre minuti di video girato dal Team SiculDrone. Il progetto nasce lo scorso maggio dall’idea di tre ragazzi palermitani – Giovanni Lo Cascio, Emiliano Brotto e Giuseppe Rappa – accomunati dalla passione per la fotografia, il volo e la tecnologia. Una passione coltivata settimana dopo settimana, soprattutto nei week-end e nei giorni di ferie. “La sveglia suonava alle 6.15 – spiega Giovanni Lo Cascio, del Team SiculDrone – ogni ripresa è stata studiata a tavolino, è stato fatto un sopralluogo per trovare l’illuminazione perfetta. Per esempio Monte Pellegrino, lato mare, ha orari diversi di ripresa rispetto alla Valle del Porco, lato Favorita, dove la luce migliore arriva quasi due ore dopo. Per fare tre minuti di video abbiamo girato 4 ore e mezza di filmato”. Le immagini sono state fatte durante le prime ore del mattino o al tramonto. “Tecnicamente si chiama golden hour – spiega – l’ora d’oro si traduce in luce morbida, colori caldi, ombre così lunghe che tendono a sparire”. La scelta di Monte Pellegrino è stata fortemente voluta da tutto il team. “Siamo legati al Santuario – dice Giovanni – siamo palermitani devoti e lo viviamo come parte integrante della nostra città”. E sul prossimo progetto, già in cantiere, aggiunge: “La maggior parte delle riprese per la seconda puntata sono pronte. Non possiamo dire qual è il luogo scelto per non rovinare la sorpresa. Uscirà entro novembre. Bisogna considerare che ci muoviamo con la luce e il tempo, in inverno non si vola più se non in casi di giornate spettacolari” (Giada Lo Porto) (repubblica.it)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Comments

comments

Related posts